“Oggi ringrazio l’indifferenza dei miei colleghi di università.”

L’attivista per i diritti umani Iacopo Melio risponde alle domande e alla segnalazioni ricevute dalle lettrici e dai lettori.

Assistere una persona con disabilità è un mestiere

Non ci si può improvvisare a fare l’assistente per una persona con disabilità. Ma è vero anche che non tutti i professionisti socio-sanitari sono adeguati a svolgere questo tipo di mestiere. E non è una colpa, a condizione di essere onesti con se stessi.

“Sono autistica e ironizzo su me stessa.”

L’attivista per i diritti umani Iacopo Melio risponde alle domande e alla segnalazioni ricevute dalle lettrici e dai lettori.

Arriva “WonderFULL Women”: la narrazione di un universo di donne straordinarie

“WonderFULL Woman” è un taccuino creativo per far scoprire le potenzialità nascoste delle donne, che insieme possono davvero fare la differenza, nella vita di tutti i giorni così come nel mondo del lavoro.

“Ma un disabile ha diritto ad avere un fratello o una sorella?”

L’attivista per i diritti umani Iacopo Melio risponde alle domande e alla segnalazioni ricevute dalle lettrici e dai lettori.

“Una mia alunna si è sentita offesa da una nota scrittrice.”

L’attivista per i diritti umani Iacopo Melio risponde alle domande e alla segnalazioni ricevute dalle lettrici e dai lettori.

Sto invecchiando ed è bellissimo (anche al lavoro)

La nostra è una società ostile nei confronti delle persone anziane. Anche sul posto di lavoro, essere “senior” è sempre più una tara e non un vantaggio.

Sindacati, associazioni LGBT e discriminazioni sul lavoro

Molte persone LGBTI subiscono delle pressioni e delle discriminazioni sul posto di lavoro. Cosa fanno concretamente sindacati e associazioni per difenderle?

“Sto diventando inutile”: perdere il lavoro a 50 anni

Perdere il lavoro è un evento traumatizzante, come un lutto. Come elaborarlo, quando ti tocca dopo i 50 anni e non te lo aspettavi? Come fare ad affrancarsi dal dubbio di essere diventati inutili?

MeToo: #quellavoltache ho raccontato le molestie che ho subito

Sono passati quasi due anni dai primi hashtag di denuncia delle molestie subite dalle donne. In molti ambiti, ma soprattutto in quello lavorativo. Come è andata finora e cosa è cambiato?