Connect with us

di porpora, nero e oro.

Ivano Porpora (1976) ha lavorato in radio e per la stampa, in pubblicità e su internet, come area manager e insegnante di narrazione per bambini. Ha esordito per Einaudi nel 2012 e da allora si concentra sull’ambito letterario e si è specializzato in corsi di scrittura, che tiene tutto il territorio nazionale.

Ha pubblicato tre romanzi (La conservazione metodica del dolore, Einaudi 2012, Nudi come siamo stati, Marsilio 2017, L’argentino, Marsilio 2018), un libro di poesie (Parole d’amore che moriranno quando morirai, Miraggi 2016), una favola per bambini (La vera storia del Leone Gedeone, Corrimano 2017) e un libro di fiabe per adulti (Fiabe così belle che non immaginerete mai, LiberAria 2017).


Gestire la comunicazione d’impresa attraverso lo storytelling
Cosa significa gestire la comunicazione d’impresa attraverso lo storytelling? E questo storytelling che aspetti va a toccare, in fondo? Questo[...]
Raccontare l’impresa: uno scenario non narra una storia
Nello scorso articolo ho detto: Non vendere un’emozione, vendi un prodotto. Nelle discussioni che ne sono seguite, tutte molto sensate,[...]
Raccontare l’impresa: l’ambiguo storytelling di Facebook
Tre anni fa gli hacktivists di Anonymous diffusero dati riguardanti un gruppo di pedofili operante negli Stati Uniti. Questi producevano[...]
Raccontare l’impresa: Smettiamola di vendere emozioni
Immaginate di essere in una riunione agenti, o in qualsiasi altra riunione nella quale avete avuto la sfortuna di restare[...]
Raccontare l’impresa: l’importanza di trovare la propria voce
Il mondo dell'impresa è il mondo dei desideri non dichiarati. Ho visto centinaia di persone ridere di liberazione quando Di[...]
Raccontare l’impresa: le difficoltà dicono più dei successi
Sono a casa. Sono le 12.02, le campane suonano – nel mio paese le campane suonano sempre, a volte ti[...]
(L’ultima) A.
Quando fai un percorso come quello compiuto negli ultimi mesi, ripercorrendo ciò che l’amore in passato – o presente –[...]
B.
A volte la fretta è un’ottima consigliera. Perché ragioniamo con l’idea che ogni impulso crei solo distruzione, ci siamo abituati;[...]
(Un’altra) S.
Oggi mi hanno chiesto dove nasca la scrittura. Dove nasce?, mi hanno chiesto: e io ho risposto che nasce un[...]
A.
A., io, la amai subito. La conobbi in un pub qua a Viadana, un pub che stava in un angolo,[...]
Manuela
Avevo un amico. Ogni volta che scrivo una frase come questa, mi prende una piccola fitta. Sono troppi gli amici[...]
Valentina
Questa storia forse è triste, forse è felice; è l’unica storia nella quale posso mettere nomi veri. Si chiamava Valentina,[...]
(Un’altra) R.
Era piovuto a morte, nei giorni prima, come piove forse solo a Roma, in alcuni tratti della Liguria a ridosso[...]
S.
Quando penso a S., penso a mille cose. Mille – anche perché in due anni insieme, a vivere a poca[...]
M.
Dieci anni dopo arrivò M. Ho fatto un liceo atipico, di provincia, uno stabile scaricato lì in mezzo alla nebbia[...]
R.
Stamattina ho contato: dieci. Dieci volte ho amato in vita. Sono come le volte che son tornato al mio stanzino,[...]
L’amore non finisce (ma può finire un amore)
Guidavo da casa verso Parma. A volte mi capita di passare per i pezzi di strada che passo, non è[...]
Se non accogli nella tua vita la fragilità, allora la tua vita vive di costanti fragili
Pensavo poco fa che l’arte e l’amore in fin dei conti hanno un aspetto in comune. Che poi non è[...]