Stai leggendo
I quattro elementi essenziali della routine mattutina ideale
Alzarsi la mattina

Ho fatto tanti esperimenti alla ricerca della routine mattutina ideale. Ogni volta che ho pensato di averla trovata, mi sono reso presto conto che era semplicemente quella giusta per quel periodo della mia vita.

È così che mi sono convinto che la routine mattutina ideale definitiva non esiste, ma è cosa saggia avere una routine mattutina ideale di base, a cui aggiungere o togliere di volta in volta quei dettagli che la rendano “adatta” alle esigenze dei diversi momenti della vita.

Il presupposto

Quando al mattino ti svegli, hai nelle tue mani il destino della tua giornata. Puoi spremere forte e avrai una giornata ad alta velocità, ma trafelata; puoi non spremere per niente e avrai una giornata lenta, ma inerte; puoi massaggiare con delicatezza e avrai una giornata dinamica e piacevole. Puoi anche non fare nulla e avrai una giornata a caso.

Routine mattutina ideale
Qual è la routine mattutina ideale?

Le tue giornate dipendono da quello che ti accade, ma anche da come reagisci a quello che ti accade. Non puoi scegliere cosa il mondo ti metterà dinnanzi durante la giornata, ma puoi sempre scegliere come essere nel momento in cui ti affacci al mondo.

  • Sazio o affamato?
  • Idratato o secco?
  • Rilassato o teso?
  • Pettinato o spettinato?

Queste sono decisioni che spettano a te.

Un esempio

Se, entro un’ora da quando ti svegli, mangerai a sazietà, ti sentirai energico tutto il giorno e avrai le forze per affrontare i problemi (che non mancano mai) e prenderti le tue soddisfazioni.
Se non mangerai a sazietà o non mangerai proprio, invece, ti sentirai debole e non avrai le forze né per i problemi né per le soddisfazioni.

Alla ricerca di una routine mattutina ideale di “base”

Se navighi su internet, trovi migliaia di proposte di routine mattutina.
Ci sono routine lunghe, che prevedono 1 ora di corsa o passeggiata, e routine lunghissime, che prevedono 1 ora di meditazione dopo mezz’ora di yoga, a cui aggiungere relative docce, creme, letture, diari e colazioni varie.

Quello su cui io mi sono concentrato è un lasso di tempo relativamente “ristretto”: l’ora che segue la sveglia.

Chi ben inizia è a metà dell’opera

Così recita il proverbio “Chi ben inizia è a metà dell’opera!”. E l’inizio per eccellenza nel corso della tua vita è il primo mattino, l’ora che passa da quando ti svegli a quando esci di casa.

Quando ti prendi cura di quell’ora ed eviti di lasciarla al caso, hai già fatto il 50% della tua giornata.

Tutto ciò, sappilo, non richiede nulla di speciale, solo gesti ordinari.
A volte si tratta di azioni così ovvie che ti distrai e la tua mente comincia a vagare in cerca di qualcosa di speciale e inconsueto, in quanto sei convinto che non saranno le cose semplici a fare la differenza, ma quelle complesse.

Bere,

respirare,

mangiare,

curare il proprio aspetto…

Gesti troppo scontati per essere rilevanti!

Salvo poi trovarti che, nel momento in cui ti è richiesto di fare davvero qualcosa di speciale, non hai le forze per farlo. È in quei momenti che scopri che l’ordinario è il substrato da cui può germogliare l’eccezionale. E non il contrario.

Prendersi cura della prima ora dopo la sveglia è come fare il tagliando all’automobile prima di un lungo viaggio:

  • Chi lo fa, non ha fatto nulla di speciale, ma sa di poter viaggiare verso luoghi speciali.
  • Chi non lo fa, invece, consapevole di non aver fatto ciò che è necessario, non teme di dirigersi dove vorrebbe e rimane semplicemente in zona.

I Quattro Elementi

L’esperienza mi ha insegnato che sono quattro gli ingredienti che rendono una routine mattutina completa ed efficace. Ispirandomi alle tradizioni orientali, ho legato ciascuno ingrediente a un elemento naturale.

  1. ACQUA: Svegliati e bevi.
  2. ARIA: Alzati e cammina.
  3. TERRA: Siediti e mangia.
  4. FUOCO: Cura il tuo aspetto come se ti stessi recando a fare la cosa che più ti piace

Svegliati e bevi

Acqua

Appena sveglio, afferra una bottiglia d’acqua e bevi. Lascia che il liquido fresco e insapore scorra dentro di te, si insinui nelle tue viscere, le scolli e porti dinamismo. Bevi mezzo litro d’acqua, magari da una bottiglia, tutto di un fiato. Stai bevendo ed è sufficiente: non hai bisogno di pensare che stai bevendo.

Alzati e cammina

Appena hai bevuto, esci di casa.
Se è freddo vestiti, se è caldo svestiti.
Se c’è troppa luce, tieni gli occhi socchiusi; se è buio, chiudili completamente, aspetta un attimo, poi riaprili.

Nessuno ti ha chiesto di correre, devi solo camminare. 20 minuti saranno più che sufficienti. E mentre cammini il tuo corpo respirerà aria. L’aria che c’è va bene. Respirare ti serve per sincronizzarti con il mondo fuori da te per come è.

L’essenza della vita sta nell’adattarsi, non nel resistere.
Gli antichi dicevano che il respiro è sacro e per questo non dovresti cercare di controllarlo con esercizi specifici. Piuttosto, accelera il passo, vedrai che il respiro si farà automaticamente profondo.

Siediti e mangia

Terra

Magari ti interessa
Quando gli adulti parlano con gli adulti, chi parla coi giovani?

Quando rientri in casa, mangia. Un pasto completo! Cosa ti fa pensare che il tuo corpo durante la mattinata abbia bisogno solo di un caffè o di qualche biscotto striminzito? Non ti stai per recare al lavoro? E il tuo lavoro non è difficile, impegnativo, complesso? Allora… mangia!

Mangia un po’ di tutto:

  • 50% frutta o verdura;
  • 25% zuccheri e carboidrati (pane, pasta, biscotti, grissini, craker, cereali interi, legumi, zucchero, cioccolato al latte, miele);
  • 25% proteine e grassi (carne, pesce, uova, noci, mandorle, nocciole, sesamo e qualsiasi altro seme dovesse passarti per la testa, cioccolato fondente);

E soprattutto mangia quello che ti piace, nella quantità che ti piace.

Se vuoi creare le premesse per una fame da bue (bulimia) serale, con incontrollabile interesse per le schifezze, mangia poco e soprattutto ciò che non ti piace.
Se, invece, vuoi vivere una giornata al pieno delle tue possibilità e alla sera trovarti con il giusto appetito per le cose buone e sane, mangia quello che ti piace nella quantità che ti piace.

Continua così per un po’, ti scoprirai più “sano” di quanto pensi.

Cura il tuo aspetto
come se stessi per andare a fare ciò che più ti piace

Fuoco

Quando sei sazio, dedicati al tuo aspetto. Diventa quello che saresti se stessi per andare a fare ciò che più ti piace.
Lavati, profumati, vestiti con attenzione. Puoi metterci 1 ora o 5 minuti. Decidi tu! Quello che conta è il risultato. Alla fine devi apparire a te stesso come quello che vuoi diventare (o magari già sei! Chissà?!).
Una bella doccia fresca per risvegliare i tessuti. Un sapone profumato per schiudere i tuoi pori e far uscire tutto quello che di migliore c’è in te.

Gli abiti dovranno essere:

  • Comodi, per consentirti di fare in modo confortevole quello che la tua giornata prevede. A nessuno piace avere a che fare con persone che hanno i piedi chiusi in scarpe strette e scomode.
  • Di colori e forme che mettono in risalto i tuoi pregi, piuttosto che celare i tuoi difetti. Nessuno si scandalizzerà se mostri i tuoi limiti, tutti si annoieranno se non mostri i tuoi pregi.
  • Capaci di rispecchiare il tuo stile personale. Solo i fessi non danno importanza alla prima impressione. Ossia solo i fessi pensano che la prima impressione che fanno sugli altri e su se stessi (quando si guardano allo specchio) non sia importante.

In conclusione

A volte domando alle persone: “Partiresti per un viaggio di 100 km con il serbatoio vuoto?”. Non penso proprio. Tuttavia, spesso diamo inizio alla nostra giornata senza bere, senza respirare, senza fare colazione e senza prenderci cura del nostro aspetto.

È vero, arriveremo a pranzo comunque, ma ti chiedo “Come ci arriviamo?”.

Lucido, rilassato, con un sano e piacevole appetito oppure confuso, teso e con una fame come chi se non mangia crolla? Alcuni rispondono che arrivano a cena senza crollare, ma la domanda per costoro è sempre la stessa: “Come ci arrivi?”. Rilassato e soddisfatto o teso e frustrato?

La prima ora dopo il risveglio è completamente nelle tue mani.
Se ti prendi cura della tua routine mattutina, stai dando il colore di fondo a tutta la tua giornata.

Cosa ne pensi?
Bellissimo
0
Interessante
0
Non so
0
Pessimo
0
Leggi i commenti

Esprimi la tua opinione

Non preoccuparti: il tuo indirizzo email non sarà visibile nella pubblicazione.

Torna in cima